Dalla relazione di progetto:


L'idea generale di questa proposta si sviluppa sulle possibilità di risanamento che si possono effettuare sull'edificio comunale: risanamento che parte prima di tutto dall'aspetto energetico, attraverso l'analisi delle condizioni climatiche e delle condizioni strutturali dell'edificio.


Da una prima stima è stato possibile portare l'indice di trasmittanza delle pareti esterne da 1,153 W/m2K (non regolamentare secondo DLGS 311) a 0,170 W/m2K. Solo questo intervento abbatte del 60% le dispersioni termiche attraverso la massa muraria.


Per il carico normale conviene scegliere per un riscaldamento a bassa temperatura, per tutti i locali utilizzati all'interno dell'edificio, alimentato magari a pellets o cippato di legno, data la natura rurale della zona probabilmente tale tipo di combustibile è reperibile con facilità.

   

Per quanto riguarda invece i nuovi volumi inseriti, internamente ed esternamente, essi si possono considerare come termicamente indipendenti dall'involucro principale. Per essi si è pensato ad una tipologia costruttiva leggera, a telaio in legno, con isolamento termico. Un rapido calcolo per il volume contenente la foresteria più grande ha evidenziato (calcolo eseguito per l'involucro attraverso il metodo CasaClima) un indice di fabbisogno termico pari a circa 15 kWh/m2a, il che corrisponde a limite tra CasaClima Oro e CasaClima A.


Nella parte dove attualmente vengono parcheggiati i mezzi è stato creato un volume interno all'involucro esistente, dedicato ad accogliere il Centro Documentazione Parco, l'Info Point e la biblioteca con le postazioni multimediali. E’ stato previsto l'utilizzo dello spazio interstiziale tra involucro e volume, per l'allestimento ad esempio di mostre fotografiche o artigianali, o anche solo come spazio di lettura della biblioteca.

Nel primo e secondo piano del volume in muratura, dove attualmente non sono presenti attività di alcun genere, sono stati collocati gli uffici, la sede della Protezione Civile ed i laboratori di biologia.


Le sale riunioni sono state collocate in un volume esterno, in struttura lignea, ampiamente vetrato, come simbolo di trasparenza delle funzioni pubbliche, e come elemento di transizione tra esterno ed interno.


Nel nuovo volume, posizionato in quello che il livello del sottotetto, è stata posizionata la foresteria.

concorso Vauda

2008 vauda canavese (TO)